Normale è coraggioso.

A far girare la testa ai tassisti non sarà più un fondoschiena alto e sodo che ammicca alla perfezione contro le frustrazioni di donne dalla forma di Bridget Jones.

No, niente di tutto questo sarà più ovvio, normale.

Un grande brand della moda che ti puoi sempre permettere ha detto addio alla finzione del corpo che vende. H&M ha scelto la normalità per la sua nuova collezione da mare. La bellezza reale di donne belle per davvero.

L’azienda svedese ha intrapreso da tempo un percorso attivo verso un modo di fare business più consapevole e responsabile. Ha detto addio alla carta per stampare i cataloghi (ma oggi si scelgono ancora i bikini su un catalogo?), ha scelto la strada della verità per le sue immagini e la sostenibilità per i suoi tessuti. Si parla di bellezza positiva e di inclusione, senza problemi di genere, razza e taglia.

Con buona pace dell’intera generazione di 30-40enni, nella campagna pubblicitaria non vedremo forme ritoccate da grafici esperti ma rotondità, una figura più consapevole e fiera della morbidezza che non viene più negata.

Insomma, in un grande manifesto appeso nelle metropoli più cool del momento, vedremo una pancetta in primo piano e ci sentiremo tutti più normali e sicuri dell’inverno appena passato. O forse no? Una serata di pizza e patatine avrà un nuovo sapore se anche Jill Megan Kortleve non si vergogna di mostrare il suo ombelico. O forse no?

Il coraggio di fare queste scelte è palpabile, il successo virale che ne è scatenato sui social è sotto gli occhi di tutti con centinaia di migliaia di like piovuti da tutto il mondo alla pubblicazione dell’immagine lancio della nuova collezione.

Ora però, tra tutto questo entusiasmo, un gran senso di riscossa della pancia che avanza, sento comunque una buona dose di difficoltà nel trattenermi nel non pensare che Daniel Cleaver ha scelto Bridget Jones solo al cinema.

I numeri del prossimo trimestre diranno la cruda verità di questo passo coraggioso, intanto W la pancia!